Comune di Pogliano Milanese

Sito istituzionale del Comune di Comune di Pogliano Milanese

Letture totali: 8863

Area: servizi demografici

Ufficio: SERVIZI DEMOGRAFICI

RICHIESTA DI ISCRIZIONE ANAGRAFICA E CAMBIO DI INDIRIZZO

A CHI RIVOLGERSI: 

Ufficio Anagrafe, ubicato nel Palazzo Comunale di Piazza Avis Aido n. 6 - piano terra

ORARI

in questo periodo di emergenza sanitaria occorre fissare un appuntamento telefonando ai numeri:

0293964420 - 0293964421

 

è possibile trasmettere la richiesta di iscrizione anagrafica inviando la domanda, corredata dai documenti richiesti (IN FORMATO PDF), a mezzo mail all'indirizzo di posta elettronica:

info@poglianomilanese.org 

 

o a mezzo PEC: comune.poglianomilanese@cert.legalmail.it 

 

COSA OCCORRE: 

Il requisito essenziale per ottenere l'iscrizione anagrafica è la DIMORA ABITUALE (abitare effettivamente nell'alloggio).

Così come disposto dall'art. 5 del D.L. 9 febbraio 2012 n. 5, convertito in Legge 4 aprile 2012 n. 35 e dalla Circolare del Ministero dell'Interno n. 9 del 27 aprile 2012, cambiano le regole per la presentazione del cambio di residenza.
I cittadini che devono dichiarare:
- l'iscrizione anagrafica con provenienza da un altro Comune italiano;
- il cambio di abitazione all'interno del Comune;
- l'iscrizione anagrafica con provenienza da uno Stato estero;
- l'emigrazione in uno Stato estero;
devono utilizzare le nuove modalità che entrano in vigore il 9 maggio 2012.

Le dichiarazioni di cambio di residenza possono essere presentate utilizzando i seguenti canali di trasmissione:

1. direttamente presso l'Ufficio Anagrafe del Comune di Pogliano Milanese - Piazza Avis - Aido n. 6, previo appuntamento 

2. con invio di raccomandata indirizzata a: Comune di Pogliano Milanese (MI) - Piazza Avis Aido n. 6 - 20005 Pogliano Milanese (MI)

3. per posta elettronica semplice, all'indirizzo: info@poglianomilanese.org

4. per posta elettronica certificata, all'indirizzo: comune.poglianomilanese@cert.legalmail.it

 

 

In seguito alla presentazione della dichiarazione da parte del cittadino, l'Ufficio Anagrafe procederà, entro due giorni lavorativi, alla registrazione delle dichiarazioni ricevute, fermo restando che gli effetti giuridici decorrono dalla data di presentazione della richiesta.

Entro 45 giorni dalla data di presentazione della dichiarazione di cambio di residenza, l'Ufficio Anagrafe disporrà gli accertamenti per verificare la dimora abituale e la regolarità della documentazione.
Decorso il termine di 45 giorni dalla data di presentazione della richiesta di cambio di abitazione, se il cittadino non riceve alcuna comunicazione da parte dell'Ufficio Anagrafe, la pratica si deve considerare definitivamente accettata (regola del silenzio-assenso, prevista dall'articolo 20 della Legge 7 agosto 1990 n. 241).

Il nuovo iter procedurale messo a norma dal 9 maggio 2012, prevede una maggiore responsabilizzazione del cittadino nel dichiarare stati fatti e qualità personali. Infatti a seguito di verifica delle dichiarazioni fornite ed in caso di mancata corrispondenza dei fatti, vengono applicati gli articoli n. 75 e e 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 45 che prevedono:
- la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione;
- il rilievo penale della dichiarazione mendace;
- segnalazione, da parte dell'Ufficio Anagrafe, alla Autorità di Pubblica Sicurezza delle discordanze tra le dichiarazioni rese e gli esiti degli accertamenti.

La Legge 4 aprile 2012 n. 35 ha uniformato la modulistica da utilizzare per la dichiarazione di cambio di residenza.
In allegato si trova l'idonea modulistica approvata dal Ministero dell'Interno, che va compilata con cura in ogni sua parte, inoltre in calce va apposta la firma del dichiarante e di ogni soggetto (maggiorenne) richiedente il cambio di residenza.

All'istanza occorre, obbligatoriamente, allegare idonea documentazione:
- fotocopia della carta di identità;
- fotocopia della patente;
- fotocopia del codice fiscale;

- dichiarazione del titolo di occupazione dell'alloggio (affitto, proprietà. comodato d'uso...);
- ogni altro eventuale documento che serva a giustificare le dichiarazioni effettuate.
- gli stranieri che possiedono la cittadinanza di Stati non appartenenti all'Unione Europea devono anche presentare il permesso di soggiorno e un documento di identità rilasciato dallo Stato di origine;
- gli stranieri che possiedono la cittadinanza di Stati appartenenti all'Unione Europea devono dichiarare i requisiti dettati dal D.Lgs. 06.02.2007 n. 30.

NOTE: 

 

se la pratica è trasmessa a mezzo mail e/o PEC, occorre produrre la documentazione in formato PDF - NON saranno accettati altri formati 

DOCUMENTI DISPONIBILI

  •  MODULO PER RICHIESTA RESIDENZA E CAMBIO DI VIA